VACCINI PRIORITARI PER GLI ONCOLOGICI: LA LILT METTE A DISPOSIZIONE LA SUA RETE DI AMBULATORI

“Per chi sta lottando contro il cancro la pandemia Covid-19 ha rallentato diagnosi precoce, trattamenti e follow-up , compromettendo severamente prognosi e, quindi, quantità e qualità di vita con significativi costi socio-sanitari ricorda il Presidente della LILT Francesco Schittulli che, con l’avvicinarsi del prossimo 4 febbraio, World Cancer Day, sottolinea l’urgenza del vaccino anti – Covid per i pazienti oncologici “Se non difendiamo i malati da questo virus la battaglia contro il cancro è persa in partenza: sia per chi dovrebbe eseguire gli screening e, quindi, diagnosi precoce, sia per coloro che si sottopongono alle cure sia per coloro che hanno vissuto l’esperienza cancro e si trovano nella delicata fase del recupero del proprio corpo e della propria vita dopo la malattia” - e ha aggiunto “Come LILT chiediamo che i pazienti oncologici vengano vaccinati quando prima mettendo a disposizione, laddove possibile, una collaborazione con i dipartimenti prevenzione delle Regioni, attraverso  la nostra rete di ambulatori diffusa su tutto il territorio nazionale per la creazione di punti vaccinazione dedicati ai malati oncologici”.