Utilizzando questo sito accetti implicitamente l'uso dei cookies.
Clicca qui per maggiori informazioni.
chiudi
LILT
LILT compie 95 anni


scegli la dimensione del carattere - A | A | A | A

Valid XHTML 1.0 StrictCSS Valido!

le guide di LILT
Home  -  Le guide LILT    -    
stampa questo ducumento  invia a un amico  condividi con facebook 

Prevenzione in primo piano anche a tavola

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2013

la copertina della pubblicazione

“Fa’ che il cibo sia la tua medicina…” affermava Ippocrate, medico greco del 400 a.C. Oggi scienza e medicina sono concordi nell’affermare che più di un terzo dei tumori non si svilupperebbe se mangiassimo in modo diverso. Soprattutto nei paesi occidentali, dove l’alimentazione in questi ultimi decenni è fortemente modificata: è spesso eccessiva, scorretta, con cibi ricchi di grassi. Secondo studi scientifici esistono però in natura, alimenti che contengono sostanze in grado di proteggerci dal tumore. L’alimentazione è quindi riconosciuta come alleato indispensabile per la nostra salute, specie la ben nota dieta mediterranea.
Un’indagine infatti condotta sulla popolazione greca, che condivide con gli italiani molti alimenti tradizionali di base, ha dimostrato che nutrendosi secondo i principi della dieta mediterranea si vive meglio e più a lungo. E questo perché l’alimentazione comprende molti vegetali e cereali, poca carne, molto pesce e, soprattutto, l’olio extravergine di oliva.
Di qui il dover imparare a mangiare in modo sano ogni giorno e seguire corretti stili: praticare un’attività fisica regolare, non fumare, ridurre il consumo di alcool. Se tutti seguissero queste semplici regole, potremmo raggiungere molto presto una guaribilità complessiva dal tumore dell’80%. Un giovane uomo, che ha vissuto l’esperienza del cancro ed è guarito, ha pubblicato su un blog una lettera aperta: ”immagino, si legge tra l’altro, programmi scolastici, in cui si parli seriamente di alimentazione e si offra a ogni ragazzino una conoscenza buona del suo corpo… la cultura della salute è importante quanto la letteratura e la matematica”.
Per diffondere la cultura della prevenzione come metodo di vita, a partire dal mondo della scuola, da oltre 90 anni la LILT ha impegnato risorse, conoscenza, strutture, insieme al lavoro ed alla dedizione di volontari, uomini e donne. La XII edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica vede a fianco della LILT, un partner di eccezione, la Fondazione Campagna Amica, che si rivolge ai cittadini, ai consumatori, ai produttori agricoli per rispondere a temi fondamentali quali l’alimentazione e la qualità della vita. Un’amica che ci insegnerà a conoscere i prodotti della terra, la loro stagionalità, ad avere sulle nostre tavole cibi freschi e di qualità, a migliorare la nostra spesa. Anche quest’anno, dal 16 al 24 marzo, migliaia di volontari LILT saranno presenti nelle principali piazze italiane, a disposizione dei cittadini per consegnare, con questo opuscolo, e in cambio di un piccolo contributo per sostenere le attività della LILT, la bottiglia d’olio extravergine di oliva, “oro verde”, il principe della dieta mediterranea, alleato della salute e, per questo, testimonial storico della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. I circa 400 punti prevenzione (ambulatori) LILT, presenti capillarmente sul territorio nazionale, resteranno aperti per le visite mediche specialistiche, informazioni e consigli utili sulle regole da seguire per un corretto stile di vita.