Utilizzando questo sito accetti implicitamente l'uso dei cookies.
Clicca qui per maggiori informazioni.
chiudi
LILT
Dona il tuo 5x1000


scegli la dimensione del carattere - A | A | A | A

Valid XHTML 1.0 StrictCSS Valido!

sezione informazione
Home  -  Area informazione    -  donazioni  
stampa questo ducumento  invia a un amico  condividi con facebook 

Primo Piano

AZIENDE LIBERE DAL FUMO

Per un luogo di lavoro più sano

AZIENDE LIBERE DAL FUMO

Dal 2010 Ministero della Salute e LILT insieme stanno rendendo operativo il progetto "Aziende libere dal fumo", iniziativa con lo scopo di migliorare l'ambiente di lavoro, promuovere la salute di tutti i dipendenti, proteggere i non fumatori dall'esposizione del fumo passivo. Oltre alla distribuzione al personale di materiale informativo sui rischi riconducibili al tabacco, vengono attivati Gruppi per la Disassuefazione dal Fumo (GDF) per i dipendenti che ne facciano richiesta, il tutto con costante supporto della Sede Centrale LILT e dello staff della quitline SOS LILT. Il progetto, che ha visto fino ad ora la disponibilità e l'adesione di aziende quali ACEAElectrabel SpA, FORD, FUJITSU, a partire dal 1o marzo 2011 è stato avviato presso l'INAIL di P.le Giulio Pastore 6 - Roma, con due nuovi Gruppi per la Disassuefazione dal Fumo a cui partecipano i dipendenti dell'INAIL intenzionati a dire basta alla sigaretta.
Già dal 2009 la LILT è protagonista del "Programma per un ministero libero dal fumo" del Ministero della Salute, perché, come si legge nel Rapporto 2009 "La prevenzione e la cura del tabagismo sono essenziali per migliorare la salute pubblica (...). Per favorire l'adozione di uno stile di vita libero dal fumo è necessario un approccio che tenga conto delle implicazioni sociali, culturali, ambientali del problema "fumo" che richiede cooperazione e coordinamento con numerosi soggetti e diverse Istituzioni/Amministrazioni."